Dobbiamo ammetterlo. La vittoria contro la Juve Stabia ha illuso un pò tutti. Il campionato post coronavirus era ripartito alla grande per il Pescara con i tre punti contro i campani. La squadra di Legrottaglie però, è mancata nella continuità nelle successive partite. Due sconfitte contro Pisa e Cremonese ed un pareggio contro l'Empoli. Il risultato è che la classifica è cambiata poco ed il Pescara è sempre più immischiato nella lotta per conquistare la salvezza.

Non riesce a decollare la squadra di Legrottaglie, una costante di questa stagione. Dopo una bella vittoria c'è sempre il crollo. Probabilmente questa annata sarà ricordata anche per la mancata continuità di risultati del Pescara cosi come della Serie B in generale. Ma ora c'è il rischio che questa altalena possa costare cara al Delfino. 

Contro la Cremonese il Pescara non ha demeritato, ma alla fine è tornato a casa con zero punti per via del gran gol dell'ex Valzania. Quel tiro è stato l'unico lampo del match. La squadra di Legrottaglie non ha sofferto la Cremonese che, oltre al tiro di Valzania non ha fatto nulla. La partita non è stata esaltante, con il Pescara che ha avuto un possesso palla sterile e ha poco concluso in porta. Quando lo ha fatto inoltre, ha mancato clamorosamente il bersaglio, vedi l'occasione di Galano.

Il Pescara quindi non subisce gli avversari ma non riesce neanche a sferrare i colpi vincenti. Tanto possesso che non ha prodotto nulla. Sebastiani nel post partita esprime bene la sua opinione ribadendo proprio questo concetto. Tenendo la palla in quel modo serve a poco. Piuttosto, al Pescara serve trovare il tiro il più possibile durante la partita. Contro la Cremonese è mancata più che mai la verticalizzazione e la capacità di andare al tiro, aspetto determinante se vuoi portare a casa i tre punti.

Sebastiani non è preoccupato, la classifica è cambiata di poco, ma il Pescara non può più permettersi passi falsi. Dopo un primo tempo da sonnifero, Legrottaglie ha migliorato la squadra cambiando l'assetto nella ripresa. E' da qui che deve ripartire il Pescara che non può giocarsi altri jolly. Venerdì prossimo contro il Perugia conteranno solo i tre punti. Il gioco ora passa in secondo piano, serve vincere e migliorare il prima possibile la classifica che potrebbe peggiorare ancora di più e allora si che saranno guai.

Sezione: Editoriale / Data: Sab 04 luglio 2020 alle 00:59
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print