E' sodddisfatto il presidente Sebastiani al termine del match contro l'Empoli, pareggiata 1-1. Le dichiarazioni di Sebastaini a Rete8: "Credo che il Pescara avrebbe meritato la vittoria, se avessi perso sarebbe stata un'altra beffa dopo quella di Pisa e credo che abbiamo avuto diverse palle gol, sia nel primo che nel secondo tempo, abbiamo sbagliato qualche ultim passaggio che ci avrebbe consentito di segnare. A livello di punti il Pescara avrebbe meritato di più, contro una grande squadra. A mio parere l'Empoli è una delle squadre più forti della B ai livelli del Benevento. Se guardiamo i calciatori che sono entrati dalla panchina ti fanno venire i brividi, come Frattesi, Mancuso, Ciciretti, Gazzola nonostante l'età avanzata ed è un organico di tutto rispetto e credo che nel momento in cui entreranno nella griglia play-off saranno un cattivo cliente per tutti. Ho salutato Marino, che era nervoso a fine gara e gli ho detto di stare calmo. Con Marino c'è un ottimo rapporto, lo saluto sempre molto volentieri. Nervoso per le decisioni arbitrali? Quando sei in campo le contesti tutte, poi quando rivedi le azioni ti calmi perché non c'era nulla da contestare. Mancuso? Non l'ho visto, non ho avuto modo di salutarlo ma lo farò. Piaciuto di più un 4-4-2 puro per 70' oppure il 4-3-3? Credo che abbiamo fatto bene con entrambi i mudulo. Per 70 minuti il Pescara ha tenuto bene la partita contro una signora squadra e abbiamo rischiato di seganre in varie occasioni. Non ci siamo solo limitati a contenere l'Empoli ma abbiamo fatto il nostro, poi con il 4-3-3 abbiamo fatto il nostro. Memushaj? Magari ad averne altri di Memushaj, l'ho detto in varie occasioni lui più giocare in qualsiasi parte del campo. A vedere i risultati di oggi abbiamo perso contro una squadra che ha vinto a La Spezia, sicuramente non meritavamo di tornare a casa con una sconfitta dopo la partita che abbiamo fatto e se a Pisa ci fossero stati tutti difficilmente saremmo tornati con una sconfitta perché con questo modulo il Pescara gioca, si copre bene quando deve con molta attenzione e in questo campionato c'è bisogno di squadre concrete e non bisogna fare i fenomeni ed alla fine abbiamo meno a Pisa e oggi un buon punto contro una squadra che si farà sentire fino alla fine. Il pubblico? Mi auguro fra 10 giorni si possa cambiare qualcosa, perché se riaprono i cinema, teatri e spazi molto ristretti rispetto ad uno stadio come quello di Pescara anche mettere una percentuale oppure accontentare gli obbonati, che danno fiducia alla società, non sarebbe male, ovviamente con tutte le norme di sicurezza e distanziamenti e ricominciare a giocare con il pubblico sarebbe un altro campionato. Dalla prossima partita in casa? Il mio augurio sarebbe questo però credo che ci stiano lavorando in maniera concreta."

Sezione: News / Data: Mar 30 giugno 2020 alle 10:12
Autore: Riccardo Camplone
Vedi letture
Print