Valeri Bojinov ha firmato con il Pescara nel tardo pomeriggio di ieri, mettendo fine a una storia che rischiava di ingarbugliarsi, considerato che il bulgaro, il giorno prima, era destinato al Catania. Perciò, nella sua prima intervista da, ha tenuto subito a chiarire la vicenda. «La mia prima scelta è stata il Pescara e mister Lucarelli lo sa. Lui è stato giocatore, quindi può comprendere le mie motivazioni: la B ha maggiore visibilità e qui a Pescara c’è una tradizione importante di attaccanti che hanno fatto bene. Vero che lunedì sera ho parlato con lui che mi ha prospettato di andare a Catania e io gli avevo dato l’ok, proprio perché da Pescara non arrivavano più notizie, ma gli avevo ribadito che la mia preferenza era questa. Poi è successo che il Pescara mi ha chiamato, quindi io non ho più preso l’aereo prenotato per Catania. C’è stato un attimo in cui ero un po’ confuso, mi è dispiaciuto per Lucarelli e gli chiedo scusa: sono certo che lui mi capirà». In Abruzzo, invece, ritrova Nicola Legrottaglie, ex compagno ai tempi della Juventus. «Ho sentito alcune sue interviste ed è rimasto la persona eccezionale che era all’epoca, sereno ed equilibrato. Come l’avevo lasciato lo ritrovo».

Sezione: Rassegna Stampa / Data: Ven 14 febbraio 2020 alle 09:30 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print