Molti hanno ancora negli occhi i giocatori biancazzurri in campo a Benevento con le mascherine chirurgiche sul volto. Ne ha parlato Nicola Legrottaglie: “In quel periodo, in squadra, tra giocatori, staff e dirigenti, avevamo avuto ben tredici persone influenzate nel giro di una settimana. Non avevo mai visto prima una cosa del genere. Mi sono lamentato perché secondo me si stava correndo un rischio troppo grande per una semplice partita di calcio. Non volevo fare il sapientone, ma semplicemente tutelare i miei ragazzi. Alla fine il tampone non ce l’hanno fatto perché, dicevano, non c’erano gli elementi necessari. Invece credo che si sarebbe dovuta tenere la situazione sotto controllo: i calciatori girano molto e rischiano il contagio”.

Sezione: News / Data: Dom 29 marzo 2020 alle 21:00
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print