Luciano Zauri ha parlato a Rete8 facendo il punto sul campionato del Pescara: "Sono felice, ho iniziato questa avventura con grande entusiasmo. Mi sto godendo il momento sapendo quello che può accadere, contiene insidie e gioie ma sono contento".

Ci sono stati momento belli e meno belli: "Rifarei tutto perchè quello che abbiamo fatto è figlio di sacrificio e entusiasmo. Se alla base c'è voglia di lavorare si accetta tutto. C'è grande voglia di fare".

Come ricordi il 4-0 contro il Benevento: "Lo ricordo bene, sono ottimista di natura. Sono contento di questa grandissima avventura, possiamo giocarci le nostre carte".

Quanto ti hanno penalizzato gli infortuni di Tumminello, Balzano e Palmiero: "Hanno fatto si che io avessi meno scelte. Questi ragazzi sono stati presi per giocare, poi sempre il campo fa da arbitro. Quando mancano pedine cosi importanti devi rivedere le cose, ma sono contento di chi ha giocato che ha dato il massimo. Non mi piace piangermi addosso, c'è soddisfazione per quello che i ragazzi hanno fatto, e dispiace per chi si è infortunato. Ma la cerchia l'abbiamo trovata, difficoltà ce ne saranno ma abbiamo grande voglia di fare".

Cosa ti ha lasciato in particolare questa prima esperienza: "Le gioie quando si raggiungono grande vittorie e la delusione dopo le sconfitte, a volte anche ingiustificata. Ci vuole equilibrio".

Le parole di Oddo: "Fanno piacere. C'è una base tra me e lui che va oltre il calcio".

Ora il Frosinone: "E' stato costruito per vincere, ha avuto dei problemi all'inizio ma ora Nesta ha trovato la soluzione. I risultati sono dalla loro parte, sono solidi e prendono pochi gol. Dobbiamo essere bravi in tutto, dovremo giocare la partita perfetta".

Sezione: Primo Piano / Data: Gio 12 dicembre 2019 alle 13:56
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print