Una sola vittoria nelle ultime 5 gare: fa strano, trovare il Cittadella al confine della zona play-off quando solitamente è un frequentatore abituale dell’alta classifica in B. Dall’anticipo di Pescara sono attese risposte immediate. Anche all’andata contro gli abruzzesi, peraltro, Venturato navigava in un periodo grigio. «Dobbiamo lavorare per essere più concreti», avverte l’allenatore veneto prima della partenza. «Bisogna sfruttare in pieno le nostre qualità. Possiamo fare meglio e di più rispetto a quanto prodotto finora: se non sarà così, è importante lavorare per mantenere prima di tutto la categoria. Ai play-off ci si penserà in un secondo momento». Il tentativo è di tenere tutti con i piedi per terra. L’anno scorso i veneti giocavano la finale per andare in A. «Ora affrontiamo un Pescara che ha giocatori di valore, sta a noi fare la gara. Puntiamo a una crescita che non siamo ancora riusciti a esprimere del tutto». I tre assenti di serata – Camigliano, Mora e Pavan – non preoccupano Venturato, che a metà campo si affiderà all’assetto titolare con Vita, Iori e Branca. Stanco e Diaw tandem offensivo.

Sezione: Avversario / Data: Ven 14 febbraio 2020 alle 13:30 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print