Il Frosinone non si ferma più e si gode il secondo posto solitario, in attesa di conoscere il risultato del Pordenone. Contro il Pescara arriva la terza vittoria di fila (quinta di fila in casa) per la squadra di Nesta. Ci ha pensato Dionisi, entrato al 12’ della ripresa al posto di Novakovich, a cambiare il volto della squadra e a scompaginare i piani degli uomini di Zauri, bravi nel primo tempo a controllare con un possesso palla prolungato la gara, ma poco pungenti. Dopo 6’ dal suo ingresso, Dionisi ha servito a Maiello l’assist vincente con una giocata geniale per l’1-0 e, poi, al quarto dei 5’ di recupero, ha raddoppiato con un gran destro, sfruttando un assist di Haas.

Primo tempo blando

Ritmi blandi e primi 45’ abbastanza noiosi, con le due squadre che hanno attuato un pressing alto in ogni zona del campo senza concedere. Frosinone schierato con il 3-5-2, il modulo grazie al quale si è rilanciato in classifica dopo aver mandato in soffitta il 4-3-1-2, e Pescara partito con il 3-4-1-2 salvo poi passare al 4-3-3 quando Zauri sull’1-0 ha richiamato Vitturini, un difensore, e messo Maniero, un attaccante. A quel punto Zappa e Crecco si sono abbassati, ma la mossa non è servita, soprattutto perché i ciociari hanno alzatno i ritmi delle loro giocate. Zampano e Beghetto (al 21’ del primo tempo si era divorato il vantaggio) hanno cominciato a proporsi con più continuità e pericolosità sulle fasce. Brighenti, Ariaudo e Capuano hanno chiuso ogni varco, Maiello ha dettato tempi e geometrie con estrema lucidità, Gori ha usato i muscoli e ringhiato su ogni avversario e lì davanti Ciano, Dionisi e Paganini non hanno dato tregua alla difesa del Pescara. Un miracolo di Kastrati sulla conclusione ravvicinata di Paganini (39’ s.t.), ha tenuto in partita la squadra ospite il cui unico tiro nello specchio della porta (30’ s.t.) l’ha scagliato Galano, con Bardi bravo in tuffo.

Il raddoppio

Nei minuti finali la pressione del Frosinone si è fatta asfissiante. Tra il 43’ e il 45’ prima Capuano e poi Dionisi hanno mancato il raddoppio che, però, è arrivato al 49’ quando l’attaccante ha controllato un pallone servitogli in piena area da Haas e con un gran destro, ha battuto Kastrati per il 2-0 finale. E sabato i ciociari sono attesi dalla trasferta in casa della capolista Benevento.

Sezione: Rassegna Stampa / Data: Dom 15 dicembre 2019 alle 12:30 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print