Il primo di quattro impegni ad alto coefficiente di difficoltà. Il Frosinone attende la visita del Pescara consapevole che da oggi all’ultima gara dell’anno contro il Pisa ci sarà da lottare e soffrire molto per mettere in cascina punti. Ma, intanto, fari puntati sul match contro l’undici di Zauri: «Dopo due vittorie di fila sarebbe importante continuare così - ha detto Alessandro Nesta alla vigilia. - Vincere non rappresenterebbe la svolta perché il campionato è ancora lungo ma sicuramente sarebbe una bella prova di maturità». Di contro, però, un Pescara in cerca di consacrazione dopo una prima parte di stagione vissuta tra alti e bassi: «Il Pescara è una buona squadra. Sarà difficile da affrontare anche perché non sappiamo come giocheranno avendo loro tanti infortunati. Di sicuro hanno due calciatori importanti sulla trequarti come Galano e Machin». Anche il Frosinone dovrà fare i conti con le assenze. Pesante quella di Rohden che, probabilmente, si rivedrà nel 2020. «Perdere un calciatore é sempre un problema. Peccato perché Rohden stava rendendo al meglio. Dionisi in diffida? Vedremo, nella mia testa ho già la squadra da mettere in campo».

Sezione: Rassegna Stampa / Data: Sab 14 dicembre 2019 alle 10:45 / Fonte: Tuttosport
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print