Vince (2-0) la Spal, il Pescara tira in porta pericolosamente una sola volta e perde di nuovo la sua unica punta (Asencio) per infortunio. Sembrerebbe l bollettino di una disfatta ma stavolta non lo è, o almeno non del tutto. Certo, accontentarsi di una sconfitta decorosa non è un bel segnale, ma nei momenti di difficoltà bisogna attaccarsi a tutto. La formazione abruzzese infatti ha mostrato almeno qualche progresso in difesa e nella compattezza. Certo, poi però, ci sono limiti di organico davanti ai quali spesso bisogna arrendersi. Certo, la classifica è molto negativa, bisogna essere consapevoli dei propri limiti, ma anche riuscire a cogliere segnali positivi. Magari pochi, ma non c'è altra strada se si vuole provare a conquistare la salvezza.

Sezione: Rassegna Stampa / Data: Dom 22 novembre 2020 alle 16:00 / Fonte: Messaggero
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print