Alla fine Massimo Oddo è rimasto al Perugia. Il tecnico si è ripreso la guida della squadra, dopo che la società aveva deciso di dare una nuova sterzata all’ambiente all’indomani della sconfitta di Venezia. In tre giorni è però successo ciò che il presidente Santopadre non avrebbe immaginato potesse accadere e dopo un lungo colloquio con lo stesso allenatore e con la squadra ha scelto di andare avanti senza ulteriori scossoni. La prima idea per andare ad affrontare la doppia sfida dei playout con il Pescara (al momento, in attesa del ricorso del Trapani di giovedì) per la permanenza in B era stata quella di far tornare in sella Serse Cosmi. Ma l’ipotesi non ha avuto seguito per il rischio di incompatibilità nello spogliatoio, soprattutto dopo la frase «ora ci divertiamo» di Iemmello in seguito al suo esonero, pronunciata in occasione della gara vinta con l’Entella. Ci si è guardati in giro e la prima idea è stata Stefano Colantuono, che (dopo il mancato accordo quando era stato contattato a gennaio) ha declinato anche di fronte a un contratto per la prossima stagione, in virtù del rischio di ritrovarsi in C. E non ha avuto seguito nemmeno l’idea Delio Rossi.

Sezione: Rassegna Stampa / Data: Mar 04 agosto 2020 alle 10:00 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print