Dopo la sconfitta in extremis di Pisa non si poteva sbagliare ancora e la squadra, davanti a un avversario sulla carta superiore, ha risposto bene. Non è stata una partita spettacolare, e nemmeno poteva esserlo visto il caldo e la terza nel giro di sette giorni. La cosa interessante è che Legrottaglie ha quasi del tutto ignorato il turnover, preferendo una gestione attenta delle risorse fisiche. Con questo ha confermato di avere puntato’ un gruppo abbastanza ristretto di giocatori. Da un lato può essere un bene perché aiuterà a meccanizzare i movimenti, dall’altro si rischia di pagare sul piano della fatica. Il tecnico è tornato al 4-4-2 e i fatti gli hanno dato ragione.

Sezione: News / Data: Mer 01 luglio 2020 alle 17:00 / Fonte: Messaggero
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print