Gianluca Grassadonia ha commentato in conferenza stampa il successo contro il Cittadella: "Questa è la squadra che sta lavorando tanto e bene. Stiamo coinvolgendo più giocatori possibili, si danno una mano l'un l'altro, vogliono tirarsi fuori da questa situazione, ma non abbiamo fatto niente. Dobbiamo lavorare e guardare avanti".

Grande spirito del Pescara: "C'è tantissimo da fare, cerchiamo di mettere qualcosa ogni giorno di nuovo. La squadra sa che deve ottimizzare gli allenamenti, i video che equivalgono a dieci allenamenti. La squadra sa soffrire, dobbiamo combattere e migliorare la fase di possesso palla. Stiamo cercando di creare una nostra identità. La squadra ha reagito bene ma la mettiamo da parte e pensiamo al prossimo allenamento".

Si aspettava il forcing finale: "Stiamo lavorando sull'autostima e quello che dobbiamo fare in campo, in modo sicuro. Dobbiamo divertirci, i giocatori si applicano e sanno quello che devono fare. Soprattutto hanno spirito e voglia di emergere. Siamo il Pescara, dobbiamo rispettare tutti ma anche farci rispettare".

Odgaard e Giannetti in coppia hanno dato un vantaggio nello sviluppo del gioco: "Si, ma anche l'inserimento di un giocatore di qualità, prima Maistro e poi Machin. La squadra deve avere equilibrio. Oggi eravamo in grado di fare questo tipo di partita, dobbiamo avere voglia di imporre il gioco, saper soffrire, colpire ai punti deboli dell'avversario e la grande coesione che c'è, farsi trovare pronti".

Pescara che manca nella pressione degli attaccanti: "Oggi vorremmo essere più aggressivi ma dobbiamo lavorarci sopra, trovare i meccanismi giusti e leggere le situazioni. Dobbiamo giocare in un certo modo per essere compatti. Il merito è dei ragazzi, stanno cercando di dare tutto quello che hanno. Anche chi sta un pò indietro stanno spingendo. Dobbiamo crescere, far rientrare quelli che sono fuori, spingere e mantenere un grande equilibrio. Oggi era una partita importante, cosi come le prossime. Non guardiamo la classifica, guardiamo a noi stessi e cercare di migliorare. Una volta fatto questo potremo dare un'occhiata agli altri risultati".

Inizia adesso il campionato del Pescara: "E' iniziato con il Frosinone, poi c'è stato il Lecce, poi questa e la prossima in casa con la Spal. In B le partite sono tutte difficili. Ci prepariamo per la prossima".

Drudi è sempre più leader della difesa: "A me piace sottolineare chi è entrato. Mi piace pensare chi giocherà con la Spal, quelli che stanno fuori e rientreranno. Questa squadra è forte, deve lavorare, cercare di capire cosa c'è da fare e tifare Pescara".

Sulle condizioni di Drudi e Balzano: "Per Drudi crampi, Balzano un problema al ginocchio che non dovrebbe essere grave. E' stata una partita dispendiosa, domani vedremo gli eventuali acciaccati".

Galano cosa deve dimostrare: "E' un giocatore importantissimo. Oggi stiamo sviluppando situazioni dove preferiamo le due punte. Mi piacerebbe fare anche altro e determinare in maniera diversa le partite anche tatticamente. Lui è un giocatore importante cosi come quelli che stanno mordendo un pò il freno".

Sezione: Primo Piano / Data: Mar 02 marzo 2021 alle 21:27
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print