Stipendi: le società pensano di sospenderli per il periodo in cui il campionato è fermo in assenza di prestazioni da parte dei calciatori. Ecco cosa ha detto in merito Stendardo: “Tutti ci auspichiamo che il campionato possa riprendere per essere terminato regolarmente sul campo e siamo in attesa. In questo momento, però, l’impossibilità sopravvenuta della prestazione dell’atleta non è stata ancora accertata: i calciatori sono a disposizione dei club e si allenano da casa. Non giocano le partite e non si allenano in gruppo? Le cause non solo a loro imputabili. Al momento, quindi, in punta di diritto, non può avvenire una riduzione degli stipendi imposta dall’alto dalle società. Serve un atto volontario del calciatore, che andrebbe concordato”.

Sezione: News / Data: Mar 31 marzo 2020 alle 17:00 / Fonte: Messaggero
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print