Anche il pari potrebbe anche bastare al Pescara, ma solo se si dovessero creare gli incastri giusti sugli altri campi. Ad esempio: se il Perugia perdesse a Venezia o se lo scontro diretto tra umbri e veneziani finisse in parità e il Cosenza vincesse contro la Juve Stabia. A quel punto, avremmo un arrivo a tre Pescara, Perugia e Cosenza, a quota 46. E deciderebbe la classifica avulsa: Pescara 7, Perugia 5, Cosenza 4. Ai play –out andrebbero così Perugia e Cosenza. Con quest’ultima ipotesi, sarebbe salvo con un pari anche l’Ascoli, che ha 46 punti e giocherà in casa contro il Benevento. I marchigiani sarebbero fuori dal pericolo con una vittoria sulla capolista già promossa, mentre rischierebbero in caso di ko casalingo contro i sanniti. Le due partite chiave della zona retrocessione saranno Venezia-Perugia e Cosenza-Juve Stabia: il Pescara dovrà giocare sul campo la sua partita, e aspettare i verdetti dal Penzo e dal San Vito. Negli scontri diretti, Fiorillo e compagni sono in vantaggio con Ascoli, Cosenza e Juve Stabia.

Sezione: News / Data: Mer 29 luglio 2020 alle 15:00 / Fonte: Messaggero
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print