Finale da brivido in Brescia-Pescara di Serie B. Al 41’ del secondo tempo il tecnico del Pescara, Gianluca Grassadonia, ha avuto un calo di pressione e ha perso conoscenza. Il gioco è stato fermato, qualcuno dalla panchina ha urlato di chiamare l’ambulanza. L’allenatore è stato soccorso dai medici in servizio al Rigamonti e si è ripreso, rientrando dopo 4 minuti negli spogliatoi.

Il tecnico, in settimana durante il ritiro, aveva avuto un po’ di febbre, ma il tampone, eseguito stamattina prima della partita, ha escluso il Covid (che invece ha colpito Machin, messo subito in isolamento). Grassadonia ha un brutto precedente da giocatore: il 29 novembre ‘98, quando era al Cagliari, a Udine aveva avuto un arresto cardio respiratorio dopo un contrasto di gioco. Era stato salvato dall’intervento del portiere del Cagliari, Alessio Scarpi e del medico dell’Udinese, Giorgio Indovina.

Sezione: News / Data: Sab 10 aprile 2021 alle 19:00 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print