E' arrivato il primo verdetto della stagione, anche se mancava solo l'aritmetica a confermarla: il Benevento di Pippo Inzaghi è promosso in Serie A. Un campionato dominato quello delle "Streghe" con un distacco di 24 punti dal Crotone, secondo in classifica. Ai campani è bastato l'1-0 nel derby contro la Juve-Stabia a sancire il successo del club di Vigorito, nonostante i padroni di casa hanno giocato in 10 uomini per 65', a causa dell'esplusione di Caldirola.

Con 7 giornate d'anticipo, il Benevento ha eguagliato il record di promozioni in largo anticipo, che deteneva l'Ascoli nella stagione 1977-78.

La 31°giornata di Serie B si era aperta con l'anticipo dell'Arechi tra Salernitana e Cremonese terminata 3-3. Lombardi avanti per 2-0 grazie alla doppietta di Cesar, ma la squadra di Ventura pareggia i conti prima con un rigore realizzato da Dziczek, poi con Di Tacchio, ma all'85' i ragazzi di Bisoli si roportano in vantaggio e quando tutto sembra già sancito ecco la rete del pareggio, arrivata al 96' su calcio di rigore con Di Tacchio.

Al Del Duca termina 1-1 il match tra Ascoli e Crotone. Si decide tutto nel secondo tempo con il vantaggio ospite al 60' con Barberis, ma il vantaggio calabrese dura solo 18 minuti con il pareggio marchigiano di Trotta. Secondo pareggio consecutivo per i calabresi sempre più al secondo posto con 52 punti, mentre i bianconeri restano in piena zona play-out.

All'Adriatico Pescara ed Empoli si accontentano del pareggio per 1-1. Ospiti avanti al 66' con un gran gol di Ciciretti, entrato dalla panchina. Il Pescara reagisce e trova la rete del pari dagli 11 metri con Riccardo Maniero. Primo pareggio per Legrottaglie sulla panchina biancazzurra dopo il ko di Pisa, Marino non è ancora riuscito a trovare il primo successo post-Covid. Con questo risultato l'Empoli si avvicina alla zona play-off mentre il Pescara è a +5 dalla Cremonese, in zona play-out, e venerdì ci sarà lo scontro diretto proprio contro i lombardi.

A Verona il Chievo stende il Frosinone per 2-0, gara decisa nel secondo tempo con le marcature di Obi e Vignato. I clivensi salgono a 48 punti in piena zona spareggi promozione, male i ciociari con la seconda sconfitta consecutiva dopo quella rimediata in casa contro il Cittadella.

Al Picco colpo del Pisa sul campo del lanciatissimo Spezia. Dopo 26' padroni di casa avanti con Gyasi, ma il pareggio arriva al 38' con Marconi e nella ripresa lo stesso attaccante nerazzurro ha deciso il match a 5 minuti dal 90'.

Al Marulla lo scontro salvezza tra Cosenza e Trapani è terminata 2-2. Siciliani avanti dopo soli 20' di gioco, dagli 11 metri, con Taugourdeau ma al 24' i padroni di casa hanno l'opportinutà di pareggiare su rigore con Bruccini, che incredibilmente si fa parare il rigore da Carnesecchi e 13 minuti dopo Dalmonte firma il 2-0. Al 40' Baez riapre il match ed al 95' Asencio salva i suoi compagni dal ko. Il Trapani di Castori resta penultimo in classifica con 29 punti, mentre i calabresi al terzultimo posto con 31 punti, a -2 dall'Ascoli in zona play-out.

Al Tombolato il Cittadella passa contro il Perugia di Cosmi per 2-0. Ai padroni di casa sono bastati 2 rigori realizzati da Diaw per portare a casa il successo e salire al terzo posto in classifica. 

Al Picchi il Venenzia vince contro il Livorno, ormai sempre più vicina alla retrocessione in Serie C. Ai laginari sono bastati 22 minuti per mettere il risultato in ghiaccio con Longo e Capello. Con questo successo il Venezia aggiancia il Pescara a quota 39 punti, portandosi a +5 dalla Cremonese.

Al Nereo Rocco di Trieste il Pordenone vince contro la Virtus Entella per 2-0. Nella ripresa Mazzocco prima e Barison poi hanno sancito il match, lanciano i neroverdi al quinto posto.

Sezione: Le altre di B / Data: Mar 30 giugno 2020 alle 14:28
Autore: Riccardo Camplone
Vedi letture
Print