“L’amarezza nel rinunciare al mio ruolo di allenatore non è negoziabile rispetto alla difesa di valori che ritengo fondamentali uno dei quali è il rispetto della maglia biancazzurra. Ringrazio la società per l’opportunità che mi ha concesso e tutti coloro che hanno lavorato con me in questi anni, atleti e membri dello staff, perché tutti mi hanno lasciato delle cose importanti”. Così ieri Luciano Zauri si è congedato dal Pescara. Il tecnico di Pescina, nel giorno del suo 42esimo compleanno, ha rassegnato le dimissioni da allenatore biancazzurro. Un blitz veloce dal presidente Sebastiani per mettere fine alla sua prima esperienza su una panchina di serie B e alla sua militanza nel Delfino, iniziata a gennaio del 2013, sette anni fa, nelle vesti di giocatore.

Sezione: News / Data: Mar 21 gennaio 2020 alle 09:00 / Fonte: Messaggero
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print