Davide Bettella, 20 anni, vive con il cuore in gola queste giornate di isolamento casalingo. Il difensore del Pescara è originario di Padova, ma il calcio lo ha portato fin da ragazzino a Milano. E nel futuro lo manderà a Bergamo, visto che oggi è di proprietà dell’Atalanta, che l’ha girato al Delfino in prestito fino al prossimo giugno. «Sono rimasto a Pescara e vivo da solo. Mi annoio molto – racconta Bettella al sito ufficiale del club – E’ più meno la stessa routine tutti i giorni: in tarda mattinata il preparatore atletico Cantarini ci contatta a gruppi di tre e facciamo, in videochiamata insieme a lui, un allenamento di forza che dura venti minuti. Poi pranzo e il pomeriggio mi dedico agli allenamenti con gli attrezzi che ho a casa: parte alta e addominali. Non mi piace molto cucinare, però sono abituato a farlo sin da piccolo. Nel tempo dedicato al relax mi concedo un po’ di Netflix o Playstation, mi piace giocare a Fifa o Call of Duty. La spesa? Ho fatto una bella scorta, ma a breve mi toccherà ritornare al supermercato»

Sezione: News / Data: Mer 25 marzo 2020 alle 11:00 / Fonte: Messaggero
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print