Il tecnico marsicano ha rischiato il lancio di un giovane come Borrelli in attacco: si parla tanto di valorizzazione dei giocatori del vivaio, poi sono pochi quelli che lo fanno davvero. E' stato bravo a dargli spazio in un momento di difficoltà - aggiunge Colonnello, 46 anni - , Borrelli è un buon attaccante, con struttura fisica importante e buona tecnica. E' stato anche fortunato: si è trovato al posto giusto nel momento giusto. Adesso, però, lasciamolo cresce serenamente: ha 19 anni e deve fare il suo percorso, senza troppe pressioni addosso. Credo che lì davanti, se la squadra dovesse continuare a giocare su questi livelli e volare così in alto in classifica, il presidente inserirà un altro giocatore di spessore a gennaio. Ci sono anche Brunori e Maniero, due ottimi attaccanti per la B, ma gente in grado di segnare qualche gol pesante, nel ritorno, servirà..

Sezione: News / Data: Mer 13 novembre 2019 alle 16:35 / Fonte: Messaggero
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print