Una sigaretta dopo lo spavento.Gianluca Grassadonia ha cercato così di esorcizzare quattro bruttissimi minuti. Era il 41’ della ripresa e il suo Pescara stava meritando il pari col Brescia, quando il tecnico ha avuto un improvviso calo di pressione e perso conoscenza. Soccorso dal medico del club, Michele Abate e dal personale sanitario in servizio al Rigamonti, si è ripreso ed è tornato da solo negli spogliatoi. Una mezz’ora più tardi, ha lasciato lo stadio sull’auto del d.s. Bocchetti, con il difensore Antonio Balzano, operato giovedì a Milano. Il tecnico, fumando, ha detto poche parole tranquillizzanti:«Sto bene,tutto a posto». Ma il Pescara qualche paura ce l’ha, prima della gara ha comunicato un caso di positività (Machin): impossibile dire se il malore di Grassadonia, che in settimana ha avuto un po’ di febbre, sia legato al Covid. Domani altrii tamponi.

Sezione: Rassegna Stampa / Data: Dom 11 aprile 2021 alle 13:00 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print