Domani il giorno della verità nelle aule del Coni. Tra poco più di ventiquattr’ore si discuterà il ricorso del Trapani davanti al Collegio di Garanzia e il Pescara, che si è costituito nel procedimento come controparte interessata, attende la sentenza che dovrebbe chiudere lo strascico giudiziario della stagione e accertare che la sfida dei play-out di lunedì prossimo sarà Pescara – Perugia, con il Trapani retrocesso in Lega Pro da terzultimo a causa della penalizzazione di 2 punti subita qualche settimana fa. Il Collegio di Garanzia dovrebbe ritenere quindi legittima la sentenza di secondo grado che ha sanzionato il club siciliano per il pagamento in ritardo degli stipendi di gennaio e febbraio, nonostante la difesa dell’avvocato Chiacchio e i documenti redatti dal noto giurista Alpa proveranno a dimostrare che il mancato pagamento nei termini del Trapani sia imputabile a “cause di forza maggiore”, ovvero alla pandemia di coronavirus che ha bloccato temporaneamente la società.

Sezione: News / Data: Mer 05 agosto 2020 alle 09:00 / Fonte: Messaggero
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print