Il salto di categoria e il cambio di modulo non l’hanno certo aiutato ad esplodere e ripetere da subito i numeri da goleador vero della passata stagione in Lega Pro. “Ad Arezzo giocavamo con un trequartista e due punte, avevo sempre un giocatore vicino e uno alle mie spalle. Il 4-3-3 è un sistema diverso, in cui devi giocare tanto per la squadra, di sponda, e io cerco sempre di fare quello che chiede il mister. Le mie caratteristiche? Attaccare la profondità, ma posso farlo anche con questo sistema di gioco”, ha detto Brunori.

Sezione: News / Data: Sab 16 novembre 2019 alle 09:00 / Fonte: Messaggero
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print