Il Frosinone passa in scioltezza a Pescara, si arrampica sempre più in alto in classifica e apre ufficialmente la crisi degli abruzzesi. Difesa di burro, attacco inesistente: 11 gol subiti in 5 giornate,2fatti. Zero punti nei tre turni ravvicinati per un desolante ultimo posto solitario. E tanta tensione che serpeggia nell’ambiente, come testimonia il duro battibecco in campo tra Oddo e Galano nella ripresa. La panchina già scotta: probabilmente sarà decisivo il prossimo posticipo a Lecce. «Un avvio vergognoso. C’è da chiedere scusa a tutti.C’è qualche problema da risolvere, e anche in fretta. La posizione dell’allenatore è salda», ha detto comunque il presidente Sebastiani a fine gara.

Tutto facile Il Frosinone sièritrovato in vantaggio dopo 7’ e senza neanche forzare. Novakovich è andato a pressare un imbarazzante Scognamiglio e poi ha appoggiato a Ciano per un gol da primo giorno di scuola calcio. In campo solo la squadra di Nesta, con Novakovich e Ciano incubi per Jaroszynki e Scognamiglio. Il possesso palla e l’autorità del Frosinone sono il certificato di un solco enorme tra il Pescara di oggi e gran parte delle sue avversarie. Una manovra lenta e troppo orizzontale, la mancanza di una punta di ruolo, la confusione tattica (tre sistemi di gioco cambiati in partita): fattori che pesano come un macigno. Per Bardi una sola vera parata, sul destro violento di Ventola.

Le svolte Con l’uscita di Drudi dopo per un brutto infortunio al ginocchio (scontro con Kastanos), Oddo è passato al 4-3-3 con Galano. Nel secondo tempo il tecnico ha cercato di rimettere ordine con Belloni al centro del tridente. Ma le speranze di riuscire a raddrizzare la situazione si sono spente quando Ciano, senza grandi problemi, si è intrufolato in area e ha restituito il favore al collega sul palo opposto: Novakovich ha dovuto soltanto appoggiare in porta il 2-0. Poi gestione ordinaria per la squadra di Nesta, che non ha mai rischiato.

Sezione: Rassegna Stampa / Data: Dom 25 ottobre 2020 alle 11:00 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print