I biancazzurri abruzzesi non espugnavano quegli stadi, Cosenza e Ascoli, rispettivamente da 21 e 31 anni, quindi Galano in poche settimane ha spezzato oltre mezzo secolo di maledizione (complessiva), entrando di prepotenza nel cuore dei tifosi adriatici. «Vederli così felici, loro che ci seguono numerosi in ogni trasferta, è stato davvero bello per me e i miei compagni - il suo pensiero - adesso ci godiamo questo momento e, al contempo, ci prepariamo al meglio per le due sfide casalinghe consecutive dopo la sosta, contro Spezia e Benevento».

Sezione: Rassegna Stampa / Data: Ven 11 ottobre 2019 alle 10:30 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print