Una sola strada possibile per la salvezza. Questa sera, a Verona contro il Chievo (ore 21), il Pescara deve fare punti per ottenere il sofferto pass per la prossima serie B. La vittoria al Bentegodi metterebbe fuori dai guai i ragazzi di Sottil, portandoli nelle acque sicure di quota 48. Ma anche un punto potrebbe andar bene, in caso di disgrazie delle dirette concorrenti. Nessuna chance con la sconfitta: sarebbero play-out. «E' una partita che si giocherà con la testa», ha ammonito il tecnico biancazzurro ieri mattina dopo la rifinitura al Poggio degli ulivi e l'ennesimo controllo medico con i tamponi. Meno arrembante del solito, ma ugualmente determinato a dare il giusto peso al verdetto di questa notte: «La salvezza dipende da noi, non guardiamo a quello che accade sugli altri campi ha detto Sottil . Dobbiamo essere intensi, ma capire le tante sfaccettature che avrà questo match. Ci vuole intelligenza per colpire gli avversari sui loro lati deboli e arginare i loro punti di forza». 

Sezione: News / Data: Ven 31 luglio 2020 alle 13:00 / Fonte: Messaggero
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print