Non riesce a dare continuità ai propri risultati il Pescara che, dopo la vittoria contro l'Ascoli, è di nuovo caduto contro lo Spezia. Che non sarebbe stata una partita facile lo sapevamo. I liguri lottano per la seconda posizione in classifica mentre il Pescara deve più fare attenzione a guardarsi dietro visto l'andamento dell'ultimo periodo. Il Pescara torna a casa con zero punti dopo una trasferta già difficile sulla carta e resa più complicata dalle assenze. Legrottaglie ha infatti dovuto far conto con i tanti infortunati che lo hanno costretto a schierare una squadra in piena emergenza. Anche alcuni dei giocatori che sono scesi in campo al Picco non erano al meglio e, a tutto questo, si aggiunge anche la sfortuna. Il primo gol dello Spezia è un autogol di Scognamiglio che, tentando di anticipare un avversario, la mette dentro la propria porta. Da quel momento in poi il Pescara non è stato capace di reagire. Insomma, quella di La Spezia è stata una trasferta nata male e finita peggio.

Ma i problemi per il Pescara non sono finiti. Dopo la sconfitta di La Spezia, il campionato del Delfino si fa sempre più in salita. Domenica la squadra di Legrottaglie sarà impegnata sul campo del Benevento, squadra prima in classifica e vera e propria corazzata del campionato. Non sarà facile per i biancazzurri che però non partono sconfitti. La gara di andata finì 4-0 per il Pescara e quella rappresenta l'unica sconfitta del Benevento in tutta la stagione. Un precedente che trasmette positività in tutto l'ambiente che spera nel colpaccio, difficile ma possibile. 

Sezione: Editoriale / Data: Gio 05 marzo 2020 alle 16:52
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print