Daniele Sebastiani è tornato a parlare del mercato del Pescara: "Se ci fosse stata la possibilità di mettere a segno un grande colpo lo avremmo fatto. Mi riferisco ad Antonio Di Gaudio. Lui poteva rappresentare un valore aggiunto, ci abbiamo provato, ma è voluto restare al Verona. Zauri ha espresso il pensiero della società, ovvero, se arriva un giocatore in grado di alzare gli equilibri ben venga, altrimenti prenderlo giusto per il gusto di fare un nuovo acquisto non serve a nulla. Federico Bonazzoli l’avevo chiesto alla Sampdoria, mi avevano garantito, che, se fosse partito, sarebbe arrivato a Pescara: i blucerchiati, però, se lo sono tenuti. Per Brignola avevo la parola del suo agente, ma sapeva che a Pescara si sarebbe dovuto mettere in competizione con Galano, che è l’uomo simbolo di questa squadra, e forse, per questo motivo, ha preferito Livorno, dove c’è meno competizione in quel ruolo".

Sezione: Primo Piano / Data: Ven 06 settembre 2019 alle 17:30
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print