Nella consueta conferenza stampa mister Grassadonia, ha analizzato la situazione del momento: ”Tabanelli, Bocchetti, Balzano, Riccardi, Basti e Drudi (squalificato). La squadra ha potuto lavorare una settimana intera. Ci sono stati 6 allenamenti e hanno risposto molto bene. Mi aspetto dei passi in avanti soprattutto da chi era un po’ indietro a livello di forma. Io penso che come ci si allena poi si gioca. Continueremo sempre con la difesa a 3 anche se non ho ancora deciso. Dobbiamo ottimizzare queste 11 finali che abbiamo. Abbiamo dimostrato che anche affrontando squadre importanti, abbiamo fatto sempre bene. Il gruppo ha a cuore le sorti del Pescara. Posso accettare l’errore tecnico ma non quello di attenzione. Ceter ha lavorato intensamente ed è la prima che fa completamente, mentre Memushaj ieri non si è allenato. Quando parlo di gruppo parlo di una squadra che sa quello che deve fare in campo. Mi piace la compattezza di questa squadra. In fase offensiva, ci sono mancati giocatori importanti come Ceter e Giannetti. Odgaard è giovanissimo, si applica molto e secondo me diventerà un profilo importante. Poi ci sono calciatori che si sono dovuti adattare al modulo. Noi non dobbiamo pensare all’avversario, dobbiamo avere rispetto sì ma noi dobbiamo pensare a noi stessi. Mi aspetto tanto dai miei e voglio vedere la fama per raggiungere il risultato. Per fare risultato bisogna fare sacrificio, perché poi i sacrifici vengono ripagati. Bisognerà osare sì, come diceva d’Annunzio ma con equilibrio.”

Pordenone-Pescara, match in programma sabato alle 14, sarà diretto dal Sig. Juan Luca Sacchi della sezione di Macerata. L'arbitro Sacchi sarà coadiuvato dagli assistenti Enrico Caliari di Legnago e Fabrizio Lombardo di Cinisello Balsamo. Il quarto uomo ufficiale sarà Lorenzo Maggioni della sezione di Lecco.

Sezione: Focus / Data: Ven 12 marzo 2021 alle 17:51
Autore: Rita Consorte
Vedi letture
Print