Antonio Bocchetti ha commentato ai microfoni di Rete8 la sconfitta contro l'Ascoli: "Noi dobbiamo essere arrabbiati perchè, anche in superiorità numerica, abbiamo giocato e l'abbiamo ribaltata. Siamo stati sfortunati. Bisogna anche capire che ogni tanto bisogna tenere palla e fare altre cose. Un punto sarebbe stato importante, ma noi dobbiamo guardare a quanto fatto di buono. Dobbiamo continuare ad essere cosi, stare bene in campo ed essere più cattivi".

Nel primo tempo avete lasciato troppo il pallino all'Ascoli: "Potevamo fare molto meglio. Era una partita sentita, eravamo contratti, ma c'è stato poco da entrambe le parti. In dieci la squadra ha reagito bene, siamo andati in vantaggio e potevamo gestire meglio la situazione".

Nella fase di non possesso il Pescara troppo disordinato: "Loro sono andati poco al tiro. Entrambe le squadre hanno fatto poco o niente. La partita era sentita, era normale fosse cosi, visto anche che le due squadre avevano giocato pochi giorni prima. Nel secondo tempo le cose sono cambiate, eravamo anche in dieci. Non posso dire niente, i ragazzi hanno dato tanto in questa partita e qualche episodio è venuto a sfavore".

Ora come ci si rialza: "E' una bella mazzata ma dobbiamo rialzarci per forza. Chi non si rialza sta a casa".

Sezione: Focus / Data: Mar 16 marzo 2021 alle 23:34
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print