La pizza, le canzoni di Pino Daniele, la compagna futura dottoressa e l’amore per la sua Napoli. Luca Palmiero, lo scugnizzo biancazzurro, è un ragazzo orgogliosamente legato alle sue radici e alla sua famiglia. Domenica prossima sarà il grande ex della partita al San Vito: a Cosenza lo avevano adottato e trasformato da rivelazione a idolo nelle ultime due stagioni. L’anno scorso i tifosi calabresi lo hanno insignito anche con il premio più caro: il “Premio Marulla” dedicato ogni anno al miglior giocatore dei Lupi. “Cosenza è stata casa mia. Ringrazio in primis i tifosi che mi hanno trattato come un idolo e non lo dimenticherò mai. Ringrazio il presidente Guarascio ed il direttore che mi hanno dato la possibilità di indossare questa maglia, di arrivare dove sono adesso e di aver fatto l’impossibile per trattenermi. E ringrazio il mister perché mi ha dato tanto, assieme ad ogni mio compagno di squadra da cui ho saputo imparare qualcosa”, scriveva lo scorso luglio su instagram dopo aver firmato per il Delfino.

Sezione: Rassegna Stampa / Data: Mar 10 settembre 2019 alle 10:00 / Fonte: Messaggero
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print