Il Pescara deve restare appeso al ricorso del Trapani che potrebbe decretare la retrocessione diretta in C dei biancazzurri. Questa ipotesi per il presidente del Delfino Daniele Sebastiani sarebbe inaccettabile: "E' inutile scrivere le regole se poi non vengono rispettate e non viene applicata la relativa sanzione. Penso che la norma della penalizzazione di due punti sia molto chiara e vada rispettata, altrimenti verrebbe meno il meccanismo attivato da Lega e Federazione per dare all'esterno l'immagine di un movimento serio e sostenibile. Io avrò commesso tanti errori, però in 11 anni di presidenza non ho mai preso una sanzione per questioni amministrative. Dal verdetto di giovedì mi aspetto che venga confermata la sanzione di due punti al Trapani, ogni verdetto diverso sarebbe surreale".
Sebastiani però ne ha anche per la sua squadra: "Sono molto deluso dal comportamento negli ultimi tempi, ma ripeto: salvezza o retrocessione devono scaturire dal campo, da quello che faremo contro il Perugia, e non dalle aule di tribunale".

Sezione: Primo Piano / Data: Mar 04 agosto 2020 alle 13:30 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Andrea Coppini
Vedi letture
Print