Come scrive oggi il Corriere di Verona, un’altra batosta a Pescara renderebbe difficilissimo prolungare il rapporto con Grosso. I nomi dei possibili sostituti sono tutti lì ma congelati: da Zdenek Zeman ad Alfredo Aglietti non ci sono stati, stavolta, gli spifferi che uscirono nel pieno dell’altra crisi che ha caratterizzato l’annata dell’Hellas. Il fatto che Grosso abbia un contratto in essere fino al 30 giugno 2020 rende poco agevole la sua sostituzione, secondo la linea che Setti ha sempre adottato, poco, anzi per nulla, orientata a cambiare: e l’aspetto economico non è affatto secondario, da questo punto di vista.

Sezione: Avversario / Data: Gio 25 aprile 2019 alle 12:00 / Fonte: Corriere di Verona
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print