“E’ stata una partita tosta, iniziata male perché abbiamo regalato un rigore alla Juventus e non era facile ribaltare. I ragazzi hanno tirato fuori un grande carattere, ottenendo una bellissima vittoria. Felice per la squadra, ma non abbiamo fatto ancora niente: è solo un mattoncino per la costruzione del nostro obiettivo”, ha detto a fine partita mister Legrottaglie. Una vittoria che resterà negli annali: la matricola Pescara che stende la super Juventus che domina in Europa: “Una partita che fa clamore. Merito dei ragazzi: a loro ho detto che devono fare la differenza se vogliono che si parli di loro. Meritano tutti un grande applauso, anche quelli che non hanno giocato. So come ci si sente a stare fuori, ma tutti partecipano quando si conquistano vittorie del genere”, ha detto ancora l’ex difensore bianconero e oggi tecnico dei giovani del Pescara. “Ora testa a Firenze, sarà una battaglia durissima. Avevamo un calendario durissimo nelle prime giornate di campionato, ma siamo lì e volevamo esserci. Siamo una squadra che che potrà crescere nel tempo. Devono ancora arrivare dei giocatori e il gruppo può diventare più solido con il passare delle settimane. Possiamo restare in questa categoria e vogliamo anche sognare”, la chiusura di Legrottaglie.

Sezione: Rassegna Stampa / Data: Sab 19 ottobre 2019 alle 09:30 / Fonte: Messaggero
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print