Speranza e paura. Si può sintetizzare così il pomeriggio del Rigamonti. Il Pescara porta a casa un pareggio importante (anche se ridimensionato dalla vittoria dell'Ascoli) e un grosso spavento per il malore del tecnico di Grassadonia, svenuto in panchina a quattro minuti dal termine della gara. Il tecnico è stato soccorso prontamente e si è ripreso tornando negli spogliatoi sulle proprie gambe e rientrando poi insieme alla squadra. Una giornata strana, contraddittoria, iniziata con la positività di un giocatore (gli indizi portano a Machin, escluso dell'ultim'ora) e conclusa con qualche rimpianto. 

Sezione: Rassegna Stampa / Data: Dom 11 aprile 2021 alle 11:00 / Fonte: Messaggero
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print