«Credo che siamo riusciti a trovare il nostro equilibrio, dietro concediamo poco e davanti riusciamo a fare male. Adesso ci sorride anche la classifica alla quale, tuttavia, non dobbiamo dare troppa importanza, perché comincia ad avere un senso guardarla da aprile in poi. Intanto ci godiamo il momento e restiamo concentrati sui prossimi impegni». Parole di Gennaro Scognamiglio, il difensore biancazzurro che, dopo aver dovuto fare turn over con gli altri compagni di reparto ad inizio stagione, cioè quando ancora non c’era una gerarchia consolidata, adesso è tornato il leader di un Pescara che punta in alto dopo aver espugnato il Castellani. «L’aver vinto ad Empoli, contro una formazione costruita per tornare subito in serie A, è stato importante. Ci dispiace per Bucchi che ci ha rimesso la panchina, ma fa parte del gioco e noi dobbiamo guardare solo in casa nostra». E con il quarto posto in classifica, nonostante abbia perso 5 partite, ora per gli abruzzesi si schiudono prospettive inimmaginabili la scorsa estate.

Sezione: Rassegna Stampa / Data: Sab 16 novembre 2019 alle 11:00 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print