26 maggio 2012: il Pescara promosso con una giornata d’anticipo in Serie A davanti ad uno stadio Adriatico sold-out ed in festa, firmò la settima vittoria consecutiva battendo anche la Nocerina. Partita decisa al 90’ da Riccardo Maniero, regalando al Pescara la vittoria aritmetica del campionato a quota 83 punti assieme al Torino, che pareggiò a Bergamo contro l’Albinoleffe, ma i biancazzurri conclusero al primo posto per la differenza reti e per gli scontri diretti. Nocerina, Gubbio ed Albinoleffe retrocessero in Serie C mentre Sassuolo, Verona, Varese e Sampdoria disputarono i play-off mentre Empoli e Vicenza i play-out.

LA PARTITA: davanti ad un Adriatico sold-out il Pescara vuole chiudere in bellezza il campionato, la Nocerina è chiamata alla vittoria per salvarsi nella speranza che il Vicenza non faccia la stessa cosa sul campo della Reggina. Zeman conferma il suo 4-3-3 con Kone a cetrocampo al posto dello squalificato Nielsen. Auteri scende in campo con il 4-2-3-1 con Castaldo unica punta. Arbitra Palazzino della sezione di Ciampino.

  Partono forte gli ospiti con Castaldo a servire bene Catania tutto solo davanti ad Anania ma sbaglia clamorosamente il gol dell’1-0. La risposta del Pescara è immediata con Damiano Zanon che ci prova dalla distanza con la sfera che termina fuori. Ci prova ancora la Nocerina con Farias, servito bene da Catania, colpisce male il pallone. Al 20’ lancio di Verratti a pescare in area Insigne, Concetti respinge con il pallone che resta nell’area piccola ma Sansovini calcia con Rea a metterla in corner. Si rivedono i rossoneri con Farias in mezzo per Catania, parata con il piede di Anania con Laverone che calcia dal limite dell’area ed il pallone finisce sopra lo specchio della porta. Primo tempo che termina 0-0. Nella ripresa, al 60’, entrano Caprari e Gessa al posto di Sansovini e Cascione. Il Pescara insiste alla ricerca del gol con Insigne che calcia dalla distanza, risposta di Concetti con la sfera che resta in area ma Immobile non si coordina bene. Poco dopo Insigne serve rasoterra Gessa, entra in area calcia il pallone ma la sfera termine fuori. Al 74’ ancora Inisgne a servire un buon assist per Immobile con Concetti che allontana il pallone. Al 75’ fuori Ciro Immobile, capocannoniere del torneo con 28 gol dentro Riccardo Maniero, con quest’ultimo al 92’ servito bene da Gessa calcia dalla distanza e sigla il gol dell’1-0. Adriatico alle stelle con i biancazzurri che terminano il campionato al primo posto con 83 punti assieme al Torino, la Nocerina saluta la B dopo lo 0-3 del Vicenza a Reggio Calabria. Dopo la partita il Presidente della Lega B, Abodi, consegna la Coppa Ali della Vittoria a capitan Sansovini che la solleva davanti ai 20'000 spettatori dell’Adriatico.

TABELLINO

PESCARA-NOCERINA 1-0

MARCATORI: 92’ Maniero (P)

PESCARA (4-3-3): Anania; Zanon, Capuano, Brosco, Bocchetti; Verratti, Kone, Cascione (60’Gessa); Sansovini (60’ Caprari), Insigne, Immobile (75’Maniero); Allenatore: Zdenek Zeman

NOCERINA (4-2-3-1): Concetti; Laverone, De Franco, Rea (79' st Alcibiade), Giuliatto; Bruno, Mingazzini; Catania, Merino (57' st Bolzan), Farias; Castaldo. Allenatore: Gaetano Auteri

Arbitro: Palazzino di Ciampino

Sezione: Primo Piano / Data: Mar 26 maggio 2020 alle 09:42
Autore: Riccardo Camplone
Vedi letture
Print