Drudi e il cambio tattico finale con il ritorno al 3-5-2 (con Brunori a lottare su ogni palla in attacco) non hanno intaccato la prestazione del Delfino, anzi l'hanno resa ancora più di spessore. Se una vera svolta c'è stata, è stata proprio questa: la qualità data dai ricambi. «Questa squadra ha valori, io l'ho sempre detto conferma il presidente . Il Pescara è ben attrezzata, che può dire la sua. Io non parlo di salvezza, confermo che questa parola mi fa venire l'orticaria. Vertigini da serie A? Non ce le faremo venire. Un'immagine, nella mente di Sebastiani, è la copertina del Pescara odierno: Il secondo gol, costruito da Borrelli, con quella palla di Machin per Galano, è da cineteca. Poi non abbiamo rischiato quasi nulla, a parte qualche sbavatura nostra e un gol segnato dall'Empoli in evidente fuorigioco».

Sezione: News / Data: Lun 11 novembre 2019 alle 14:00 / Fonte: Messaggero
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print