Il Pescara tra qualche ora saprà se potrà giocare i play-out, poi potrà lavorare, già da questa sera, per presentarsi nelle migliori condizioni possibili agli spareggi. Oggi pomeriggio alle 15 e 30 la prima sezione del Collegio di Garanzia del Coni discuterà il ricorso del Trapani e dovrà dichiarare legittima o meno la sentenza di secondo grado della giustizia sportiva che ha punito la società siciliana con due punti di penalizzazione qualche settimana fa. Se sarà ritenuta legittima (visto che il pagamento degli emolumenti di gennaio e febbraio da parte del Trapani è stato effettuato dopo la scadenza ultima del 16 marzo scorso), la classifica resterà invariata e la sfida play-out sarà Perugia-Pescara. In caso contrario, se sarà ritenuta illegittima e verranno riconosciute le cause di forza maggiore a cui si appellerà l'avvocato Chiacchio, difensore dei siciliani, il Trapani potrebbe riavere almeno un punto e per il Pescara sarebbe, quindi, retrocessione diretta in Lega Pro da terzultima in classifica. In questo caso, la società che si è costituita come controparte interessata nel processo si appellerebbe al Tar del Lazio per chiedere immediata sospensione del provvedimento e un riesame della questione, bloccando la disputa dei play-out.

Sezione: News / Data: Gio 06 agosto 2020 alle 14:00
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print