Un futuro da scrivere, in bilico tra la B e il ritorno in C. Mai come adesso il Pescara deve pensare a pianificare una rifondazione tecnica per il futuro. Una delle certezze, alla fine delle prossime 14 partite, sarà rappresentata dai suoi migliori giovani di proprietà. Qualcuno si sta mettendo in mostra nella Primavera con Iervese, leggasi Belloni, Blanuta (entrambi hanno debuttato in B nei mesi scorsi), Mercado e Chiarella. Altri sono andati a farsi le ossa in C e stanno già balzando alla ribalta, come Gennaro Borrelli e Edgar Elizalde. Che sia salvezza o retrocessione, il Pescara che verrà dovrà svecchiare la rosa e puntare con decisione sui suoi giocatori, senza regalarli alla prima occasione utile di mercato, cosa purtroppo avvenuta anche in questi mesi con i giovani del vivaio ceduti al Benevento (lo scorso gennaio Diambo e, soprattutto, il talento 2004 Rossi; un anno fa il promettente portiere 2003, Lucatelli, e il centrocampista 2001, Masella). 

Sezione: News / Data: Mer 24 febbraio 2021 alle 11:22 / Fonte: Messaggero
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print