Se la prima squadra piange, almeno la Primavera regala un sorriso ai tifosi biancazzurri. Ieri mattina, al Poggio in diretta tv, la squadra baby di Legrottaglie ha conquistato il primo successo della stagione piegando la Sampdoria con un netto 3-0 maturato tutto nel primo tempo. Borrelli, dopo il debutto in serie B, segna subito, poi il fantasista Pavone raddoppia, ma il gol è praticamente della stella del centrocampo biancazzurro, Palmucci, che offre al compagno un pallone solo da spingere in rete. Tris prima dell’intervallo con un tiro cross di Masella che inganna Avogadri (doveva essere uno dei portieri della prima squadra, poi l’Atalanta lo ha spedito a Genova). Ripresa senza storia, con Legrottaglie che approfitta per dare spazio a cinque giocatori della panchina. Il tecnico parte questa volta dal 3-4-3 con Manè, Cipolletti e Paolilli in difesa, Martella e Masella sulle fasce e il tandem Palmucci-Tringali in mediana. Nel tridente, una sorta di coppia di trequartisti alle spalle della punta, Pavone e Bocic supportano Borrelli. Dall’altra parte c’è un grande ex: il regista classe 2000 Pompetti, pescarese doc, in prestito dall’Inter alla Samp per volontà di Di Francesco, che presto potrebbe farlo esordire in serie A a Marassi. La chiave del match è il rosso a Veips, il capitano della Samp, dopo soli 11Si aprono praterie e il serbo Bocic – che aveva appena causato l’espulsione del blucerchiato – può mettere in mostra i suoi strappi a massima velocità. Primo tempo senza storia. Ritmi da subito alti, pressing nella metà campo avversaria e recupero palla alto per i giovani del Pescara, la Samp dimostra da subito di non avere le giuste contromisure per arginare Palmucci e compagni.

Così Borrelli sblocca al 18’ con una giocata superlativa, alla mezzora da applausi anche il gol del raddoppio: fa tutto Palmucci, ancora una volta migliore in campo, Martella rifinisce per il tocco a porta vuota di Pavone. Prima dell’intervallo, terzo gol biancazzurro che chiude il match con largo anticipo: Masella mette il pallone al centro, puntando il secondo palo, la palla s’infila nell’angolino alla sinistra di Avogadri. La Samp non ha le forze per reagire e tornare in partita, il Pescara gestisce e il portiere Sorrentino non deve nemmeno sporcarsi i guanti fino al 90’. Prima vittoria, storica, nel campionato Primavera1, alla vigilia di due gare pazzesche: in casa dei campioni d’Italia dell’Atalanta e poi al Poggio contro la Juventus

Sezione: Giovanili / Data: Lun 30 settembre 2019 alle 14:00 / Fonte: Messaggero
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print