Il Pescara dev'essere rifondato anche come squadra da ringiovanire, per adeguarsi alla categoria ed evitare di vivere un'altra stagione di sofferenza. Che sia girone B o C, il prossimo sarà un campionato durissimo e il Pescara al di là delle dichiarazioni di rito dovrà essere in grado di giocare per un posto ai piani alti (non significa lottare per la promozione diretta, ma almeno fare parte dell'élite della categoria). Dei ventuno giocatori sotto contratto, pochissimi resteranno in biancazzurro. I senatori con ingaggi troppo alti per la categoria, ad esempio, sono tutti in partenza: Fiorillo (richieste dalla B), Galano, Valdifiori, Busellato, Drudi, Scognamiglio e Sorensen dovrebbero salutare. Unica possibilità per una conferma: spalmare i contratti attuali su più annualità, ma trattandosi in molti casi di giocatori over 30, non sembra una scelta logica e conveniente.

Sezione: News / Data: Lun 07 giugno 2021 alle 12:00 / Fonte: Messaggero
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print