Pasquale Marino, ex allenatore del Pescara nella stagione 2013-14, ha presentato la gara dell'Adriatico in conferenza stampa, dichiarando che si aspetterà una gara tosta contro gli abruzzesi. Le dichiarazioni dell'allenatore dell'Empoli: "Dopo la pausa ho visto un Pescara contro la Juve-Stabia una grandissima partita. Sono ben allenati perché hanno giocato su buonissimi ritmi e anche a Pisa hanno giocato una buona gara nonostante fossero in inferiorità numerica e sono riusciti a pareggiarla, poi hanno preso un gol alla fine. Mi aspetto una squadra tosta che in casa ha fatto bene e noi sappiamo che non ci sono partite facili. Parlare in questa fase non ci sono campi ostici e noi siamo venuti venuti fuori prima della pausa e adesso dobbiamo ritrovare quella continuità di gioco che ci ha portato dai play-out ad un punto dai play-off. Quante variazioni a livello numerico ci saranno per domani? Credo qualcuna forzata mentre per qualcuno per la terza partita in 10 giorni dopo tanti mesi di inattività sia difficile farli giocare, perché non tanto se recuperano o meno ma soprattutto per non riscontrare qualche problema fisico e vogliamo evitarlo gestendo bene le energie e devo dire che in queste 2 partite che ha giocato dal primo minuto oppure chi è entrato dalla panchina si sono fatti trovare pronti. Mi aspetto molto di più da tutti e ci saranno tanti cambiamenti. Sappiamo bene che quando si cambia tutto abbiamo fatto il risultato abbiamo indovinato tutto altrimenti se non si fa non si cambia nulla. Bisogneranno fare tante valutazioni perché abbiamo un centrocampo diffidato, come ad esempio Ricci non sarà presente domani a Pescara. Indipendentemente da quello che succederà sugli altri campi noi dobbiamo dare continuità e avendo raccolto un punto contro la capolista e questo risultato dovrà essere un punto di partenza per il proseguo e sappiamo bene che non siamo questi e che possiamo migliorare e questo è l'obiettivo che ci poniamo. La brillantezza e la lucidità negli ultimi metri non ci sono così come nelle altre squadre."

Sezione: News / Data: Dom 28 giugno 2020 alle 14:17
Autore: Riccardo Camplone
Vedi letture
Print