Il Pescara perde ancora, quarto ko consecutivo ed ultimo posto in classifica. Risultati negativi dopo una serie di prestazioni rivedibili culminate con quella contro il Frosinone. Questi gli spunti salienti del match con i ciociari:

ERRORI GROSSOLANI - Il Pescara incassa due gol nati da due errori grossolani, diremo imbarazzanti da parte del Pescara. Protagonista in negativo Jaroszynski che in entrambi i casi perde palla dando il via alle azioni dei gol. Oltre a questo, tanti errori di impostazione ed elementari soprattutto a metà campo. Davanti invece il nulla.

ATTACCO IMPRESENTABILE - Il Pescara non segna più. Gli unici gol del Delfino sono arrivati da Maistro, uno dei pochi a salvarsi in questo avvio di stagione. E' vero, non ci sono Asencio e Ceter che dovrebbero essere titolari, ma chi dovrebbe sostituirli deve fare di più. Bocic non l'ha mai vista, Belloni è entrato e non si è mai visto, Galano si è fatto notare solo per il battibecco con Oddo. Li davanti serve molto di più.

PESCARA SENZ'ANIMA - Oltre all'aspetto tecnico, quello che preoccupa di più è l'incapacità del Pescara di reagire di fronte alle difficoltà. Con il Frosinone la squadra si è sciolta dopo il primo errore e il conseguente gol subito. Il Pescara non ha reagito, Oddo ha provato a cambiare i suoi anche tatticamente ma la risposta della squadra non è arrivata. Una situazione preoccupante, senza cattiveria, voglia di rivalsa e personalità non si va da nessuna parte. 

Sezione: Primo Piano / Data: Dom 25 ottobre 2020 alle 08:00
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print