Il nome del tecnico trevigiano era già sul taccuino del Pescara da qualche anno. "Non ci avevo nemmeno pensato, a dire il vero, poi parlando soprattutto con Giorgio Repetto è uscito fuori il suo nome. Ci aveva parlato nel 2014 perché voleva portarlo qui già allora. Ci fu un colloquio di Repetto e Pavone con il mister. Così siamo andati su Breda: di Repetto ho grande considerazione quindi mi sono fidato subito. L'idea è stata quella di chiamare un tecnico che qui non conoscesse nessuno, totalmente nuovo per squadra e piazza. Io, ripeto, non avevo pensato a nulla: non avrei mai voluto vivere questi giorni. Ho sperato fino alla fine che si potesse fare un buon risultato sabato scorso contro il Pordenone, invece", ha dichiarato Sebastiani.

Sezione: Focus / Data: Mar 01 dicembre 2020 alle 16:00 / Fonte: Messaggero
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print