Pescara di Zauri a confronto con l'era Zeman e Galeone

06.11.2019 12:00 di Redazione TuttoPescaraCalcio Twitter:    Vedi letture
Fonte: Messaggero
© foto di Federico Gaetano
Pescara di Zauri a confronto con l'era Zeman e Galeone

Il Pescara che funziona è sempre stato imbottito di promesse in rampa di lancio. Sia la squadra di Zeman, che nel 2012 chiuse al primo posto scrivendo record mai visti prima in serie B (Verratti aveva 19 anni, Insigne 20, Immobile 21), che quella di Oddo, promossa nel 2016 (i ventenni Caprari e Torreira e il 22enne Verre tra i grandi protagonisti), avevano un’età media di 25 circa. Di gran lunga superiore a quella del Delfino nell’ultima partita di campionato. Inutile rispolverare i fasti del Profeta Galeone, promosso due volte nell’87 e nel ’92 con bande di ragazzi terribili e semisconosciuti. Naturalmente, i giocatori di esperienza servono come il pane anche a Zauri, come servirono al boemo e al tecnico pescarese per scrivere le loro imprese. E come furono indispensabili nella passata stagione a Pillon per centrare i play-off e arrivare ad un passo dalla finale per la serie A.