A Pescara stava esplodendo, ma di nuovo un infortunio lo ha fermato. «Eravamo agli sgoccioli e ci siamo fermati. Questa volta, però, potrebbe essere un vantaggio. Se si dovesse riprendere, avrei più partite da giocare. Maggio o giugno, non cambia: l'importante è che stiamo tutti bene». Il futuro dove se lo immagina? All'Atalanta, o magari per un'altra stagione in riva all'Adriatico? «Ho altri tre anni e mezzo con l'Atalanta: penso che senza gli infortuni sarei già riuscito a far vedere anche lì quanto valgo. Ho avuto ostacoli molto brutti davanti a me. Ora voglio tornare più forte di prima e ricominciare. Da Pescara? Sì. Questa per me è la piazza giusta per decollare. L'estate scorsa ho detto sì all'istante: accordo immediato. 

Sezione: Focus / Data: Mar 24 marzo 2020 alle 15:00 / Fonte: Messaggero
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print