Antonio Bocchetti ha commentato ai microfoni di Rete8 il pareggio dello Stirpe: "Abbiamo fatto una buona prestazione, con un pò di coraggio in più potevamo portare a casa anche un altro risultato. L'allenatore è arrivato da una settimana e ha preparato la partita per creare qualcosa. Nel secondo tempo invece ci siamo abbassati. Capisco la squadra che ha poca fiducia, ma abbiamo bisogno di alzare il ritmo e la squadra di dieci metri".

Pescara che non ha concesso nulla: "Noi dobbiamo vincere, abbiamo bisogno di punti. C'è questo rammarico oggi. Ma la squadra ha lottato e saputo soffrire bene. Peccato per il gol fallito da Odgaard".

Sugli infortunati: "Memushaj è guarito dal Covid. Giannetti penso sia disponibile dalla prossima. Dobbiamo verificare le condizioni di Sorensen. Riccardi e Balzano rientreranno. Rigoni ha avuto una botta alla caviglia, Drudi non giocava da tanto ed è uscito per stanchezza. Ceter ha avuto due distorsioni, sta giocando con le infiltrazioni e l'abbiamo tenuto a riposo".

Sulla scelta di Grassadonia:  "Volevamo avere un allenatore con idee chiare e propositive. Avevamo bisogno di un mister con più coraggio. Conosco Grassadonia che può darci qualcosa in più poi gli attori principali sono i giocatori".

L'attacco è quello che è: "La partita l'avevamo preparata in modo diverso, c'è anche la bravura degli avversari. Le due mezzale dovevano stare più a supporto di Galano e Odgaard, con un quinto che si inseriva sempre".

Machin troppo leggero come atteggiamento: "Qualcuno non sta capendo in che condizioni siamo. E' il momento di farglielo capire".

Sezione: Focus / Data: Ven 19 febbraio 2021 alle 23:26
Autore: Redazione TuttoPescaraCalcio / Twitter: @tuttopescara1
Vedi letture
Print