Messaggero - Confronto tra Zauri e gli ex allenatori del Pescara: tutti i numeri

14.10.2019 10:00 di Redazione TuttoPescaraCalcio Twitter:    Vedi letture
Fonte: Messaggero
Messaggero - Confronto tra Zauri e gli ex allenatori del Pescara: tutti i numeri

Negli ultimi dieci campionati, esclusi i due di serie A, il tecnico che ha raccolto di più nelle prime sette giornate è stato Bepi Pillon, l'anno scorso: quindici punti (quattro vittorie e tre pareggi) per il tecnico veneto, partito per la salvezza e arrivato a due passi dalla promozione nei play-off con una media iniziale di 2,1 punti a partita. Dietro di lui, nella stagione 2011/2012, il primo corso di Zeman, che ha raccolto dodici punti (quattro vittorie e tre sconfitte, media di 1,7) mettendo le basi di una promozione da record con il primo posto finale in classifica. Stesso score di Zauri sempre per il boemo, due anni fa: dieci punti (due vittorie, quattro pareggi e una sconfitta, anche lui media di 1,4) nella stagione post retrocessione, iniziata con tante aspettative e terminata con tre cambi in panchina e una salvezza ottenuta solo all'ultima giornata da Pillon. Leggermente al di sotto di Zauri, nel 2015/2016, c'è Zauri. O meglio: la gestione di Massimo Oddo, in cui l'allenatore attuale era un membro dello staff tecnico, aveva raccolto nove punti (due vittorie, tre pareggi e due sconfitte), arrivando però ai play-off di gran carriera dopo una stagione vissuta sempre dentro la zona promozione e centrando la promozione in serie A nella finale di Trapani. Nove punti anche per Eusebio Di Francesco, nella stagione del ritorno in B post fallimento, il 2010/2011: due vittorie, tre pareggi e due sconfitte. Il fresco ex tecnico della Samp, da neopromosso, arrivò ad un passo dagli spareggi promozione al termine di una stagione positiva che chiuse il primo ciclo del nuovo corso societario. I peggiori del decennio nelle prime sette giornate sono stati Marino e Baroni, entrambi esonerati nel corso dei rispettivi campionati. Dopo la retrocessione dalla A, nel 2013/2014, la gestione del tecnico siciliano conquistò sette punti (una vittoria, quattro pareggi e due sconfitte) in questo primo segmento di campionato, ben al di sotto delle aspettative. A febbraio, infatti, arrivò l'esonero e fu Serse Cosmi a centrare la salvezza a fine stagione. Male anche Marco Baroni, appena chiamato al capezzale della Cremonese, nel 2014/2015: solo sei punti per l'ex allenatore del Lanciano (una vittoria tre pareggi e tre sconfitte), mandato via dalla società solo alla penultima giornata di campionato dopo una stagione sempre in chiaroscuro. Al suo posto, arrivò Oddo (con Zauri) e fu subito finale play-off, con la grande beffa di Bologna.