Zauri: "Il primo giorno a Pescara mi presentai da solo e pensai: 'Se inizia cosi'"

07.11.2019 09:00 di Redazione TuttoPescaraCalcio Twitter:    Vedi letture
Fonte: Gazzetta dello Sport
© foto di Federico Gaetano
Zauri: "Il primo giorno a Pescara mi presentai da solo e pensai: 'Se inizia cosi'"

Luciano Zauri ha rilasciato una lunga intervista a La Gazzetta dello Sport parlando della sua esperienza alla guida del Pescara: «Avevo sentito delle voci, poi un giorno mi chiamò il d.s., accennando alla necessità di parlare. Intuii. Mi montò l’adrenalina. E una mattina ero in sede, incrocio il presidente Sebastiani: “Luciano, guarda che la prima squadra la do a te, eh...”».

Si è portato dietro lo Zauri a lungo tecnico delle giovanili? «Beh, essere cresciuto nell’Atalanta ti lascia molto, è una scuola di vita. E quando alleni le giovanili impari a rapportarti con dei ragazzi che stanno vivendo le tue stesse esperienze. Essere lontani da casa, dalla famiglia. Ti porti dietro quella sensibilità».

Il primo impatto coi grandi? «Grandinata memorabile a Pescara, chicchi come mele. Molti non arrivarono al campo. Per cui mi presentai... da solo. Pensai, “se inizia così...”».