Il Pescara in trasferta a Cosenza. Zauri: " è l'ora della svolta"

Esame Cosenza per il Pescara. Dopo la sosta del campionato dovuta agli impegni delle nazionali riprende il cammino della squadra biancazzurra che sarà di scena domani pomeriggio al San Vito di Cosenza
14.09.2019 14:40 di Rita Consorte   Vedi letture
Il Pescara in trasferta a Cosenza. Zauri: " è l'ora della svolta"

Per la partita di domani mister Zauri, dovrà fare a meno degli infortunati:  Balzano, Bruno, Bettella, Crecco, Chochev e Melegoni. Nella consueta conferenza stampa mister Zauri, ha analizzato la situazione.

”Bettella e Balzano non saranno convocati. Abbiamo parecchia scelta per questa partita. Abbiamo fatto dieci giorni allenandoci molto bene. I dubbi non li ho solo in difesa ma anche in attacco. Oggi il livello dei nostri allenamenti è molto alto, ci alleniamo benissimo. Tumminello lo faccio partire dalla panchina così almeno segna (ride ndr). Scherzi a parte, lui è molto bravo e spero continui a crescere come sta facendo. Il ragazzo sta bene, e poi il gol per lui è come il pane. Il Cosenza? Hanno voglia di fare punti, non meritavano di perdere con la Salernitana. Sono molto organizzati e veloci. Hanno un tecnico molto preparato. Di solito aspettano e provano a ripartire. Se saremo bravi a sfruttare il campo, potremmo fare bene. Noi proveremo sempre a fare la partita. Bisognerà essere bravi a leggere le situazioni. Tornando al mercato, posso dire che i giocatori che ci hanno proposto non erano più forti dei miei e quindi non ci servivano. Abbiamo completato bene il centrocampo, e possiamo giocare anche con il trequarti. Non sono preoccupato, perché abbiamo gli uomini adatti per fare più moduli. Sono contento di quelli che ho. Tornando domani a Cosenza è arrivato il momento di andare a vincere lì. Non ho mai visto fare un gol dal tifoso (ride ndr), sì è vero c’è il fattore ambientale a Cosenza ma noi non dobbiamo pensarci a queste cose.”

A dirigere l’incontro tra Cosenza e Pescara, è stato designato l’arbitro Illuzzi di Molfetta, a coadiuvarlo gli assistenti Daniele Marchi di Bologna e Domenico Palermo di Bari. Quarto uomo Fabio Natilla di Molfetta.